True detective – Seconda stagione

Creato da Nic Pizzolatto

Sceneggiatura: Nic Pizzolatto, Scott Lasser

Prima trasmissione Usa: Hbo

Cast: Rachel McAdams, Colin Farrell, Vince Vaughn

Genere: Criminal Drama

Anno: 2015

Un poliziotto disperato, una agente dell’ FBI con note disciplinari, un ex militare che ha problemi di identità. Questi i buoni.

Dal lato oscuro: il piccolo boss che ce la mette tutta per costruire il castello che la vita gli ha negato e sua moglie, donna alfa, incrollabilmente fiera e fedele.

Personaggi scolpiti nel granito, gettati in un bussolotto e shakerati come un Mojito.

A tenerli insieme è un tizio che fa dei festini complicati e ci rimane secco. 

Sullo sfondo speculazione edilizia su terreni avvelenati, poliziotti corrotti, la mala messicana, una ex moglie pronta a tutto per proteggere il figlio e un sindaco che riempe di nuovi significati la parola “ripugnante”. 

Perché vederlo: Hard Boiled al 100 per 100 come non si vedeva da tempo, forse strizza l’occhio a L. A. Confidential. Inoltre il piacere immenso di vedere Vaughn e McAdams magistrali in panni diversi dalle commedie a cui ci hanno abituato.

Perché non vederlo: questa serie è stata massacrata da critiche incomprensibili. Lenta all’inizio? Sicuramente, come quasi tutte le serie.

Effettivamente pare abbia un piccolo gap nella trama ma non cambia il senso della visione: molto ben girata e interpretata alla grande. Si perde l’atmosfera lovecraftiana della prima serie, ma il titolo è “True Detective”, non “True Nyarlatothep”. Lo stesso Woody Harrelson che ha partecipato alla produzione pare che si sia lamentato. Per quel che ci riguarda troppa attenzione ai nerd della prima stagione, quali peraltro noi siamo.

Articolo creato 14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto