Sulthgwandil

Rob e Gregor rimasero tutta la mattina a giocare nell’orto dietro casa fin quando il cielo non si oscurò all’improvviso. Rob e Gregor non si accorsero di niente e continuarono a giocare come se niente fosse. Quando hai sei anni non ti accorgi sempre del pericolo, soprattutto se il pericolo è subdolo ed ignoto. Una […]

Gunnar: il bosco stregato

1 “Un’altra dannata birra!” – urlò verso il locandiere, sbattendo il boccale ormaivuoto sul rozzo tavolino di legno – “Si può avere da bere in questo maledetto posto?Ho sete, maledizione! E quando ho sete divento nervoso. Non vi conviene!” – proseguìin modo sguaiato, biascicando le parole. Gunnar non era ubriaco. Era solo al sestoboccale! E […]

Björnvän Skogsmalare Lund

Ecco qui che inizia il mio percorso. Finalmente sola, anche se sola non sono mai, inrealtà. Finalmente lontana da casa, forse anche troppo… ma libera, come il vento.Sono Björnvän Skogsmalare, ma potete chiamarmi Lund, se per voi è più semplice daricordare. Vi starete chiedendo perché una “bambina” così piccola e indifesa si trovi qui, sola, inuna […]

Kojiro Igano

Il sole al tramonto colorava di oro e porpora i profili delle montagne nella vallata sopra di loro. In basso, le rade nuvole iniziavano a colorarsi di arancio e rosa, in contrasto col cielo azzurro. Appesi ad un albero a testa in giù, due ragazzi conversano tranquillamente. Sono due giovani Shinobi che stanno completando il […]

La macchia bianca

Sono anni che non torno su queste montagne…le ho sempre chiamate “montagne” ma sarebbe più corretto dire “colline”. Era la nostra vacanza quando ero bambino, stare un mese dai nonni, mangiare l’uovo sbattuto delle galline di nonna, lavorare il legno col nonno, assaporare la libertà che in città non poteva essere goduta. Questo era il […]

Bussano alla porta

1. Bussano alla porta. Due colpi decisi. Poi una pausa. Non troppo lunga ma nemmeno troppo breve. Il giusto lasso di tempo per evitare di non apparire maleducati bussando nuovamente, ma al tempo stesso consentire a chi è in casa di accorgersi che qualcuno è là fuori. E altri due colpi, decisi ma non sfrontati. […]

Il pacco

Linda e Valeria sono impegnate in un sessantanove quando, improvviso come un tuono, suona il citofono. Paralisi. Silenzio. Per un eterno istante le donne si scrutano reciprocamente l’intimità, poi Linda rompe il silenzio: “Ma…aspetti qualcuno?” Valeria sbuffa sollevando gli occhi: ”ti risulta che dall’inizio della quarantena ci sia venuto a trovare qualcuno?”, smonta dalla fidanzata […]

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto